IL CODICE YIN E IL CODICE YANG
IL CODICE YIN E IL CODICE YANG   |   IL DEBITO EMPIRICO   |   RIENTRARE NELL'ORDINE

Molti credono – in maniera empiricamente errata – che «essere uomo» o «essere donna» dipenda soltanto da se stessi.
In tanti, infatti, sono convinti che la propria identità femminile o maschile derivi esclusivamente dalle proprie idee e convinzioni e che niente e nessuno ha il diritto di intralciare questa libera scelta individuale.
Avvicinandoci all' Ordine però, ci si rende velocemente conto che si tratta di un'analisi superficiale e affrettata in quanto esso contempla una matrice empirica precisa, diversa per il genere femminile e maschile: il codice Yin e il codice Yang.
Provate immaginare soltanto per un attimo un "contenitore virtuale" comprendente tutte le qualità maschili e femminili possibili e immaginabili, esistenti a prescindere dalle nostre opinioni. L'avvicinarsi o l'allontanarsi da detto contenitore dipende certamente dal nostro libero arbitrio, ma non è senza conseguenze: ci va di mezzo la nostra felicità e appagamento nella vita di tutti i giorni...

Non ha dell'incredibile tutto ciò?
Come Karl G. Jung rivelò, all'inizio del secolo scorso, l'esistenza dell'inconscio collettivo, un "contenitore universale" al quale ciascuno di noi attinge, così Michel Hardy ha osservato la presenza di una diversa matrice femminile e maschile, ben definita per ogni genere e circoscritta attraverso appositi diritti e qualità.
Sono queste ultime le responsabili del nostro livello di appagamento profondo, come anche della comparsa di rabbia o amarezza.
Come sarebbe, quindi, se qualcuno vi rivelasse che la maggior parte dei vostri disagi, malcontenti e nevrosi proviene dall'allontanamento dal proprio codice?
E che il vostro eccesso di paura, l'aumentare dell'aggressività o la solitudine profonda dipendono da tale meccanismo, ancora prima che possa diventare un problema?
Un fenomeno esistenziale, questo, ossia empirico (come noi lo chiamiamo) che prescinde da tutte le cause che finora potevate aver ipotizzato...


                                                                                                                                               
© 2012 Centro Studi Michel Hardy - Tutti i diritti riservati ∫ Statuto Codice DeontologicoPRIVACYContatti